Marco Minotti nasce nel 1973 a nord di Milano

Attivita': Laureato in industrial design al politecnico di milano. Affianca l'attivata di designer d'interni alla pittura, vocazione principale a tutti gli effetti. Nel 1996 espone al Dora House di londra con una personale, nel 2002 vince il concorso "la Telaccia" di Torino e partecipa alla fiera dell'arte contemporanea "Art e' Nimes".

Filosofia: Un erotismo esplosivo conosciuto attraverso lo studio di alcune fasi della storia dell'arte contemporanea come il surrealismo di Dali' e l'action-painting di Pollock. Un'eco disincantato e post di una pittura viscerale che recupera valori esistenziali ed e' vissuta come necessita' interiore,come gesto catartico e di liberazione.

Stile: Astratto informale di grandi dimensioni. Il colore espresso come valore pittorico primario,esperienza tattile,vibrante ed emotiva. Ironica ed esuberante citazione della tradizione gestuale ed informale a cui affianca una perizia esecutiva nelle tecniche di stesura del colore. La gamma cromatica si basa sulla scelta simbolica dei colori del chackra:il rosso per il materialismo,il verde per l'amore ed il blu per lo spirito.

Tecnica: Utilizzo di pennelli e stesura a mano,cementite,stucco veneziano e colori ad olio. Le superfici sono pannelli di legno grezzo di dimensioni 100 per 100 cm , 200 per 200 cm e 300 per 300 cm.